Lettera di Convocazione

Fra­tel­li caris­si­mi,
essen­do ormai giun­to il tem­po, a nor­ma del n. 171 § 1 del­le Costi­tu­zio­ni e del n. 106 § 1 degli Sta­tu­ti gene­ra­li, con la pre­sen­te

indí­co e con­vo­co il 202° Capi­to­lo gene­ra­le,

che sarà cele­bra­to a par­ti­re da Saba­to 18 Mag­gio 2019, con ini­zio alle ore 16.30, pres­so il Sacro Con­ven­to di Assi­si; la data indi­ca­ti­va di chiu­su­ra è Mar­te­dì 18 Giu­gno 2019.
Come già sie­te sta­ti infor­ma­ti (let­te­ra del 30 Ago­sto 2018), il Capi­to­lo ini­zie­rà pres­so il Sacro Con­ven­to ad Assi­si e con­ti­nue­rà (dal 28 Mag­gio) pres­so il San­tua­rio dell’Amore mise­ri­cor­dio­so a Col­le­va­len­za, Peru­gia, Ita­lia.
Gli arri­vi ad Assi­si sono pre­vi­sti per saba­to 18 Mag­gio entro mez­zo­gior­no e le par­ten­ze ad ini­zia­re dal 18 Giu­gno 2019.

Qui di segui­to alcu­ni pun­ti che riguar­da­no il pros­si­mo Capi­to­lo:

1. Mem­bri ordi­na­ri del Capi­to­lo.
A. Ricor­do quan­to sta­bi­li­sco­no le Costi­tu­zio­ni dell’Ordine al n. 173:
§ 1. I capi­to­la­ri nei sin­go­li atti del Capi­to­lo gene­ra­le ordi­na­rio sono: il Mini­stro gene­ra­le, gli ex-Mini­stri gene­ra­li, i Defi­ni­to­ri gene­ra­li, i Mini­stri pro­vin­cia­li, i Custo­di gene­ra­li e pro­vin­cia­li, i Dele­ga­ti del­le Pro­vin­ce, a nor­ma degli Sta­tu­ti gene­ra­li (Stat. Gen. 107).
§  2. Se il Mini­stro pro­vin­cia­le o il Custo­de fos­se legit­ti­ma­men­te impe­di­to, vada al capi­to­lo il rispet­ti­vo Vica­rio; e se anche que­sti fos­se impe­di­to, ven­ga invia­to un dele­ga­to dal rispet­ti­vo Supe­rio­re.

B. Inol­tre, come ecce­zio­ne solo per que­sto Capi­to­lo gene­ra­le ordi­na­rio, su richie­sta del Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio 2018, con l’approvazione una­ni­me del Defi­ni­to­rio gene­ra­le e con rati­fi­ca da par­te del­la Con­gre­ga­zio­ne per gli Isti­tu­ti di Vita con­sa­cra­ta e le Socie­tà di vita Apo­sto­li­ca (Rescrit­to del 25 Otto­bre 2018), in dero­ga al dirit­to pro­prio dell’Ordine, par­te­ci­pe­ran­no ple­no iure anche set­te reli­gio­si Fra­tel­li (uno per cia­scu­na Fede­ra­zio­ne). Essi sono sta­ti elet­ti dal Defi­ni­to­rio gene­ra­le su segna­la­zio­ne dei Pre­si­den­ti del­le Fede­ra­zio­ni.

2. Udi­to­ri al Capi­to­lo.
A nor­ma degli Sta­tu­ti gene­ra­li, par­te­ci­pa­no come ‘udi­to­ri’ al Capi­to­lo gene­ra­le:
—    il Dele­ga­to del Mini­stro Pro­vin­cia­le, a con­di­zio­ne che la Dele­ga­zio­ne pro­vin­cia­le abbia alme­no die­ci anni di for­ma­le esi­sten­za e vi risie­da­no alme­no die­ci fra­ti. (Stat. Gen. N.10 §3);
—    il Pro­cu­ra­to­re gene­ra­le, l’Economo gene­ra­le, il Segre­ta­rio per la For­ma­zio­ne e il Segre­ta­rio per l’Animazione Mis­sio­na­ria (Stat. Gen. N. 120; 121; 30 §2; 66 §4).

3. Rela­zio­ni da pre­sen­ta­re in aula duran­te il Capi­to­lo gene­ra­le.
Lo svol­gi­men­to del Capi­to­lo segui­rà le indi­ca­zio­ni del Diret­to­rio per la cele­bra­zio­ne del Capi­to­lo gene­ra­le (Stat. gen. n. 96) e pre­ve­de che, in aula, sia­no let­te per inte­ro (Stat. gen. 117, §3) sol­tan­to: (a) la rela­zio­ne del Mini­stro gene­ra­le, che sarà espres­sio­ne del Gover­no dell’Ordine (e per­ciò ela­bo­ra­ta con l’apporto degli Assi­sten­ti gene­ra­li e con il con­tri­bu­to del­le Con­fe­ren­ze e Fede­ra­zio­ni); (b) la rela­zio­ne del Pro­cu­ra­to­re dell’Ordine; © la rela­zio­ne dell’Economo gene­ra­le.
Del­le otto altre rela­zio­ni pre­vi­ste dagli Sta­tu­ti gene­ra­li 117 §1, più una nona, cioè quel­la rela­ti­va alla Revi­sio­ne del­le Costi­tu­zio­ni, ver­rà pre­sen­ta­ta una sin­te­si a cui farà segui­to la pos­si­bi­li­tà di discu­ter­ne bre­ve­men­te i con­te­nu­ti con i sin­go­li rela­to­ri. Tut­te le rela­zio­ni com­ple­te ver­ran­no invia­te anti­ci­pa­ta­men­te.
Chie­dia­mo per­tan­to che tut­te le suc­ci­ta­te rela­zio­ni (Cfr. Stat. Gen. 117 §1) sia­no invia­te alla Segre­te­ria gene­ra­le entro il 11 Feb­bra­io 2019 così da poter fare le dovu­te tra­du­zio­ni e distri­buir­le pri­ma del Capi­to­lo. Esor­to, inol­tre, i rispet­ti­vi rela­to­ri a pre­pa­ra­re una sin­te­si scrit­ta da pre­sen­ta­re in Capi­to­lo tenen­do con­to del­le indi­ca­zio­ni di tem­po per la pre­sen­ta­zio­ne noti­fi­ca­te dal­la Segre­te­ria gene­ra­le.

4. Temi da trat­ta­re in Capi­to­lo — Instru­men­tum labo­ris.
L’Instru­men­tum Labo­ris sarà sostan­zial­men­te com­po­sto da quat­tro par­ti:

  1. Mozio­ni par­ti­co­la­ri. Entro il 15 Dicem­bre 2018 i sin­go­li Fra­ti e le Giu­ri­sdi­zio­ni pos­so­no invia­re al Mini­stro gene­ra­le pro­po­ste di temi da trat­ta­re in Capi­to­lo.
  2. Sta­tu­ti gene­ra­li. Per il com­ple­ta­men­to del dirit­to pro­prio dell’Ordine (com­po­sto dal­le Costi­tu­zio­ni appro­va­te dal Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio del 2018 ed in atte­sa di for­ma­le appro­va­zio­ne da par­te del­la Con­gre­ga­zio­ne per gli Isti­tu­ti di Vita con­sa­cra­ta e le Socie­tà di vita Apo­sto­li­ca) il Capi­to­lo gene­ra­le 2019 è chia­ma­to all’approvazione degli Sta­tu­ti gene­ra­li rin­no­va­ti.
  3. Il Disce­po­la­to Fran­ce­sca­no.
  4. La Ratio Stu­dio­rum.

Con­tia­mo di far per­ve­ni­re ai fra­ti capi­to­la­ri, entro il 16 Mar­zo 2019, le varie rela­zio­ni e l’Instru­men­tum labo­ris, tra­dot­ti nel­le varie lin­gue. Rac­co­man­do ai Mini­stri e Custo­di di esa­mi­na­re bene tut­ta la docu­men­ta­zio­ne e di far­ne ogget­to di rifles­sio­ne anche con i rispet­ti­vi Defi­ni­to­ri, in incon­tri pro­vin­cia­li o simi­li moda­li­tà, così da por­ta­re al Capi­to­lo gene­ra­le vali­di con­tri­bu­ti per la veri­fi­ca e la pro­get­ta­zio­ne del­la vita dell’Ordine.

5. La data dell’elezione del Mini­stro gene­ra­le.
L’elezione del Mini­stro gene­ra­le è pre­vi­sta il 25 Mag­gio 2019.

Fra­tel­li caris­si­mi,
il Capi­to­lo gene­ra­le è “la supre­ma auto­ri­tà per tut­to l’Ordine” (Cost. 156 § 1) ed è anche l’occasione di veri­fi­ca e di rilan­cio del­la vita del­la nostra Fami­glia.
Secon­do il pen­sie­ro del padre San Fran­ce­sco, nel Capi­to­lo i fra­ti in pri­mo luo­go devo­no “trat­ta­re le cose che riguar­da­no Dio” (Rnb 18,1; FF 50): il Capi­to­lo è momen­to inten­so di pre­ghie­ra e di fede, in cui l’Ordine inten­de rimet­te­re al cen­tro del­la sua vita e del­le sue scel­te il pri­ma­to di Dio.
Il Capi­to­lo, poi, è tem­po di incon­tro fra­ter­no, di scam­bio di espe­rien­ze, di arric­chi­men­to vicen­de­vo­le: la pre­sen­za di tan­ti fra­ti di cul­tu­re dif­fe­ren­ti pro­ve­nien­ti dal­le varie par­ti del mon­do accre­sce il sen­so di fami­glia, e nel­lo stes­so tem­po dimo­stra come lo stes­so cari­sma pos­sa esse­re vis­su­to in for­me diver­se.
È tem­po, anco­ra, di veri­fi­ca seria e labo­rio­sa, attra­ver­so la qua­le l’Ordine si inter­ro­ga sul­la sua fedel­tà al cari­sma di San Fran­ce­sco e ricer­ca come esse­re fede­le e signi­fi­ca­ti­vo nel nostro tem­po e nel­la nostra socie­tà.
Inol­tre il Capi­to­lo ha il com­pi­to di pro­get­ta­re il cam­mi­no dell’Ordine nei pros­si­mi sei anni, sce­glien­do il nuo­vo gover­no e appron­tan­do le linee ope­ra­ti­ve, sti­mo­la­to dagli appel­li di Papa Fran­ce­sco a riflet­te­re sul­la pro­fe­zia del­la vita reli­gio­sa fran­ce­sca­na con­ven­tua­le nel­la Chie­sa oggi.
Vor­rei ricor­da­re, infi­ne, che il Capi­to­lo gene­ra­le è un momen­to for­te per tut­ti i fra­ti. Chie­do a tut­ti di pre­ga­re per il buon svol­gi­men­to dei lavo­ri capi­to­la­ri, chie­do di offri­re al Signo­re a que­sto sco­po la fati­ca e i sacri­fi­ci quo­ti­dia­ni, in par­ti­co­la­re ai nostri fra­ti mala­ti la loro sof­fe­ren­za. Tut­ti, poi, potran­no segui­re da vici­no lo svol­ger­si dei lavo­ri capi­to­la­ri attra­ver­so le pagi­ne del sito inter­net dell’Ordine.

Come momen­to di comu­nio­ne nel­la pre­ghie­ra e di implo­ra­zio­ne al Signo­re, rac­co­man­do che dal 17 Feb­bra­io 2019 fino alla con­clu­sio­ne del Capi­to­lo gene­ra­le, in ogni comu­ni­tà si aggiun­ga­no alle invo­ca­zio­ni del­le Lodi e alle inter­ces­sio­ni dei Vespri le pre­ghie­re alle­ga­te a que­sta let­te­ra (o altre oppor­tu­na­men­te pre­pa­ra­te dai Mini­stri e Custo­di). Inol­tre, nel cor­so del Capi­to­lo gene­ra­le, in ogni comu­ni­tà dell’Ordine si cele­bri per tre gior­ni la Mes­sa del­lo Spi­ri­to San­to.

Affi­do que­sto tem­po di pre­pa­ra­zio­ne e i lavo­ri del Capi­to­lo gene­ra­le all’intercessione del­la Ver­gi­ne Imma­co­la­ta, nostra Signo­ra e Patro­na, e del sera­fi­co padre San Fran­ce­sco. A tut­ti voi, l’augurio di vive­re in san­ti­tà di vita.

Roma, Ss. XII Apo­sto­li, 16 Novem­bre 2018

  

Fra Mar­co TASCA, Mini­stro gene­ra­le
Fra Vin­cen­zo MARCOLI, Segre­ta­rio gene­ra­le