Lettera di Convocazione

Fra­tel­li caris­si­mi, La bene­di­zio­ne dell’Emmanuele, Dio con noi, sia su di voi!

A nor­ma del­le Costi­tu­zio­ni (nn. 171 § 1, 172, 173) e degli Sta­tu­ti gene­ra­li (n. 106 § 1), in ese­cu­zio­ne del­la mozio­ne n. 1 § 3 del Capi­to­lo gene­ra­le ordi­na­rio 2013, con la pre­sen­te

INDÍCO E CONVOCO IL 201° CAPITOLO GENERALE,
nel qua­le si pro­ce­de­rà alla defi­ni­zio­ne e alla appro­va­zio­ne del testo del­le  Costi­tu­zio­ni

Il Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio del 2018 ini­zie­rà Mar­te­dì 24 Luglio 2018 alle ore 17:00 e indi­ca­ti­va­men­te, la data di con­clu­sio­ne è Dome­ni­ca 26 Ago­sto.  Il Capi­to­lo sarà cele­bra­to pres­so il “Cen­tro Ad Gen­tes”, dei padri Ver­bi­ti, Via dei Laghi bis n. 52, Nemi, RM, Ita­lia
Dopo l’annuncio ai Fra­ti del Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio (let­te­ra del 24 Luglio 2017), è sta­to anche debi­ta­men­te infor­ma­ta la Con­gre­ga­zio­ne per gli Isti­tu­ti di Vita con­sa­cra­ta e le Socie­tà di Vita apo­sto­li­ca (Let­te­ra del 19 Dicem­bre 2017).

Qui di segui­to alcu­ni pun­ti che riguar­da­no il pros­si­mo Capi­to­lo:

  1. Mem­bri ordi­na­ri del Capi­to­lo.
    Ricor­do quan­to sta­bi­li­sco­no le Costi­tu­zio­ni dell’Ordine al n. 173:
  • 1. I capi­to­la­ri del Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio sono: il Mini­stro gene­ra­le, gli ex-Mini­stri gene­ra­li, i Defi­ni­to­ri gene­ra­li, i Mini­stri pro­vin­cia­li, i Custo­di gene­ra­li e pro­vin­cia­li, i Dele­ga­ti gene­ra­li (di Dele­ga­zio­ni gene­ra­li con più di die­ci fra­ti), i Dele­ga­ti del­le Pro­vin­ce a nor­ma degli Sta­tu­ti gene­ra­li.
  • 2. Se il Mini­stro pro­vin­cia­le o il Custo­de gene­ra­le fos­se legit­ti­ma­men­te impe­di­to, vada al capi­to­lo il rispet­ti­vo Vica­rio; e se anche que­sti fos­se impe­di­to, ven­ga invia­to un dele­ga­to dal rispet­ti­vo Supe­rio­re.

Inol­tre, con­si­de­ra­to che alcu­ne Pro­vin­ce e Custo­die dell’Ordine avran­no la cele­bra­zio­ne dei rispet­ti­vi Capi­to­li ordi­na­ri nei pri­mi mesi del 2018, nel­la lista alle­ga­ta alla pre­sen­te let­te­ra di indi­zio­ne e con­vo­ca­zio­ne, si indi­ca­no i Supe­rio­ri mag­gio­ri attual­men­te in uffi­cio. Spet­te­rà ad essi, se con­fer­ma­ti, o ai loro suc­ces­so­ri pren­de­re par­te al Capi­to­lo. Simil­men­te alcu­ne Pro­vin­ce con più di 100 fra­ti affi­lia­ti, desi­gne­ran­no nei pros­si­mi mesi i rispet­ti­vi Dele­ga­ti al Capi­to­lo.

  1. Udi­to­ri al Capi­to­lo.
    Par­te­ci­pa­no come ‘udi­to­ri’ al Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio:
  • il Dele­ga­to del Mini­stro pro­vin­cia­le, a con­di­zio­ne che la Dele­ga­zio­ne pro­vin­cia­le abbia alme­no die­ci anni di for­ma­le esi­sten­za e in essa risie­da­no alme­no die­ci fra­ti.( Stat. Gen. N.10 §3);
  • il Pro­cu­ra­to­re gene­ra­le, l’Economo gene­ra­le, il Segre­ta­rio per la For­ma­zio­ne e il Segre­ta­rio per l’Animazione mis­sio­na­ria (Stat. Gen. N. 120; 121; 30 §2; 66 §4).

Come già anti­ci­pa­to nel­la let­te­ra di annun­cio ai Fra­ti del­la cele­bra­zio­ne del Capi­to­lo, il Mini­stro gene­ra­le con il suo Defi­ni­to­rio, pre­so atto del pare­re favo­re­vo­le ed una­ni­me dei Pre­si­den­ti del­le Fede­ra­zio­ni, con­si­de­ra­to che tut­te le Comu­ni­tà dell’Ordine han­no avu­to la pos­si­bi­li­tà di con­tri­bui­re alla revi­sio­ne del­le Costi­tu­zio­ni, con­si­de­ra­to che il Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio è soprat­tut­to carat­te­riz­za­to dal­le vota­zio­ni degli arti­co­li del­le Costi­tu­zio­ni, indi­ca che i Dele­ga­ti dei Mini­stri pro­vin­cia­li (Stat. gen. 10 § 3) sia­no libe­ri di par­te­ci­pa­re o di non par­te­ci­pa­re al Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio in quan­to, come udi­to­ri al Capi­to­lo, essi non pos­so­no vota­re i testi. Vie­ne per­tan­to chie­sto ai fra­ti Udi­to­ri che aves­se­ro deci­so di non par­te­ci­pa­re al Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio, di fare richie­sta scrit­ta al Mini­stro gene­ra­le per esse­re for­mal­men­te esen­ta­ti dal par­te­ci­pa­re.

  1. Tema prin­ci­pa­le da trat­ta­re in Capi­to­lo: le revi­sio­na­te Costi­tu­zio­ni dell’Ordine.
    Tenen­do con­to:
  • del pro­ces­so avvia­to dal Capi­to­lo gene­ra­le ordi­na­rio del 2007 (moz. n. 1) e
  • riba­di­to e pre­ci­sa­to dal Capi­to­lo gene­ra­le ordi­na­rio del 2013 (moz. n. 1),
  • che in que­sto decen­nio si è lavo­ra­to, attra­ver­so il Comi­ta­to Ese­cu­ti­vo per la Revi­sio­ne del­le Costi­tu­zio­ni (CERC) e la Com­mis­sio­ne Inter­na­zio­na­le per la Revi­sio­ne del­le Costi­tu­zio­ni (CIRC),
  • aven­do con­sul­ta­to e coin­vol­to tut­te le Comu­ni­tà dell’Ordine, attra­ver­so i rispet­ti­vi Capi­to­li con­ven­tua­li, alla discus­sio­ne e defi­ni­zio­ne di cam­bia­men­ti dei testi del­le Costi­tu­zio­ni,
  • aven­do rece­pi­ti i sug­ge­ri­men­ti dei sin­go­li fra­ti e del­le Comu­ni­tà,
  • il Defi­ni­to­rio gene­ra­le ha pre­pa­ra­to il testo del­le Costi­tu­zio­ni da sot­to­por­re alla discus­sio­ne e vota­zio­ne del Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio come Instru­men­tum labo­ris;

l’Instrumentum labo­ris ver­rà invia­to ai Capi­to­la­ri ed alle Comu­ni­tà dell’Ordine entro il 30 Apri­le 2018 (Sta­tu­ti gene­ra­li 108 § 2).

*      *     *

Fra­tel­li caris­si­mi, il Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio non costi­tui­sce sol­tan­to “la supre­ma auto­ri­tà per tut­to l’Ordine” (Cost. 156 § 1), ma è anche l’occasione di veri­fi­ca e di rilan­cio del­la vita del­la nostra Fami­glia, del­la nostra pro­fe­zia nel­la Chie­sa.
Secon­do il pen­sie­ro del padre San Fran­ce­sco, nel Capi­to­lo i fra­ti in pri­mo luo­go devo­no “trat­ta­re le cose che riguar­da­no Dio” (Rnb 18,1; FF 50): il Capi­to­lo è un momen­to inten­so di pre­ghie­ra e di fede, in cui l’Ordine inten­de rimet­te­re al cen­tro del­la sua vita e del­le sue scel­te, il pri­ma­to di Dio.
Il Capi­to­lo poi, è tem­po di incon­tro fra­ter­no, di scam­bio di espe­rien­ze, di arric­chi­men­to vicen­de­vo­le: la pre­sen­za di tan­ti fra­ti di cul­tu­re dif­fe­ren­ti pro­ve­nien­ti dal­le varie par­ti del mon­do accre­sce il sen­so di fami­glia, e nel­lo stes­so tem­po dimo­stra come lo stes­so cari­sma pos­sa esse­re vis­su­to in for­me diver­se.
È tem­po anco­ra, di veri­fi­ca seria e labo­rio­sa, attra­ver­so la qua­le l’Ordine si inter­ro­ga sul­la sua fedel­tà al cari­sma di San Fran­ce­sco e ricer­ca come esse­re fede­le e signi­fi­ca­ti­vo nel nostro tem­po e nel­la nostra socie­tà.
E infi­ne, que­sto Capi­to­lo gene­ra­le straor­di­na­rio ha il com­pi­to di aggior­na­re secon­do i segni dei tem­pi e le indi­ca­zio­ni del­la Chie­sa, le nostre Costi­tu­zio­ni così da favo­ri­re la pro­fe­zia, la mis­sio­ne e la signi­fi­ca­ti­vi­tà del­la vita reli­gio­sa fran­ce­sca­na con­ven­tua­le nel­la Chie­sa e nel mon­do di oggi.
Vor­rei ricor­da­re infi­ne, che il Capi­to­lo gene­ra­le è un momen­to for­te per tut­ti. Chie­do a tut­ti i fra­ti di pre­ga­re e di far pre­ga­re per il buon svol­gi­men­to dei lavo­ri capi­to­la­ri, chie­do di offri­re al Signo­re a que­sto sco­po la fati­ca e i sacri­fi­ci quo­ti­dia­ni, in par­ti­co­la­re ai nostri fra­ti mala­ti la loro sof­fe­ren­za. Tut­ti poi, potran­no segui­re da vici­no lo svol­ger­si dei lavo­ri capi­to­la­ri attra­ver­so le pagi­ne del sito inter­net dell’Ordine, secon­do i rife­ri­men­ti che a suo tem­po ver­ran­no indi­ca­ti.
Come momen­to di comu­nio­ne nel­la pre­ghie­ra e di sup­pli­ca al Signo­re, rac­co­man­do che dal Lune­dì di Pasqua (02 Apri­le) fino alla con­clu­sio­ne del Capi­to­lo gene­ra­le, in ogni comu­ni­tà si aggiun­ga­no alle invo­ca­zio­ni del­le Lodi e alle inter­ces­sio­ni dei Vespri, le pre­ghie­re alle­ga­te a que­sta let­te­ra (o altre oppor­tu­na­men­te pre­pa­ra­te dai Mini­stri e Custo­di).
Inol­tre, nel cor­so del Capi­to­lo gene­ra­le, in ogni comu­ni­tà dell’Ordine si cele­bri per tre gior­ni la Mes­sa del­lo Spi­ri­to San­to.
Affi­do que­sto tem­po di pre­pa­ra­zio­ne e i lavo­ri del Capi­to­lo gene­ra­le all’intercessione del­la Ver­gi­ne Imma­co­la­ta, nostra Signo­ra e Patro­na, e del sera­fi­co padre San Fran­ce­sco. A tut­ti voi, l’augurio di vive­re in san­ti­tà di vita.

Roma, Ss. XII Apo­sto­li, 06 Gen­na­io 2018, Epi­fa­nia del Signo­re Gesù

Fra Mar­co TASCA, Mini­stro gene­ra­le
Fra Vin­cen­zo MARCOLI, Segre­ta­rio gene­ra­le